MUSICA



​​​​​​​



​​​​​​
Parliamo dei nostri gusti musicali
​​​​​​​

​​​



MUSICA
Start a New Topic 
Author
Comment
Takagi & Ketra, il ritorno in salsa latin pop


Tra vent'anni saranno ricordati come quelli che d'estate facevano cantare e ballare più di tutti. E forse pezzi come "L'esercito del selfie", "Da sola/In the night", "Amore e capoeira", "La luna e la gatta", "Jambo" e ora anche questo "Ciclone", così diversi tra loro per suoni, stili e generi di riferimento, ma tutti legati da quel senso di leggerezza proprio delle canzoni che non hanno altre pretese se non quella di fare da colonna sonora alle notti d'estate, tra relazioni occasionali, cocktail e appuntamenti nei locali - si legge tormentoni - continueranno a far ballare come oggi continuano a far ballare certi successi degli Anni '80 e '90. Anche quest'anno nella lista dei potenziali tormentoni estivi c'è un pezzo di Takagi & Ketra, da tre anni presenza fissa dell'estate musicale italiana (ma oltre ai loro singoli bisognerebbe considerare anche quelli prodotti per altri cantanti, da "Roma-Bangkok" di Baby K e Giusy Ferreri a "Una volta ancora" di Fred De Palma e Ana Mena, passando per "Voglio ballare con te" della stessa Baby K, "Italiana" di J-Ax e Fedez, "Non ti dico no" di Boomdabash e Loredana Berté). Dopo le collaborazioni con Lorenzo Fragola, Arisa, Tommaso Paradiso, Elisa, Giusy Ferreri, Sean Kingston, Jovanotti, Calcutta e OMI, stavolta il duo composto da Alessandro Merli e Fabio Clemente mette insieme tre artisti con tre diversi background alle loro spalle. E puntano tutto sul latin pop.




Il pop di Elodie, il reggaeton in salsa trap (o viceversa?) di Mariah (ecco chi è) e la rumba flamenca dei leggendari Gipsy Kings (più di quarant'anni di carriera alle spalle - in Italia accompagnarono nel 2004 Massimo Modugno in gara al Festival di Sanremo con "Quando l'aria mi sfiora" e duettarono nel 2008 con Gigi D'Alessio su "Solo lei"): sono questi i tre elementi alla base di "Ciclone". Elodie fa la parte della protagonista, cantando buona parte delle strofe e anche il ritornello: "Scriverò di amarti sulle note di un iPhone / fisso la parete tanto non ti chiamerò neanche stasera / non vale la pena, è agosto ma si gela / anche se non serve a niente". Mariah interviene qui e là con le sue rime in spagnolo (è nata e cresciuta a Miami e ha origini per metà cubane e per metà portoricane). Alla fine arrivano anche i Gipsy Kings, con il cameo di Nicolás Reyes e Tonino Baliardo.

Messe da parte le atmosfere Anni '60 di "L'esercito del selfie", quelle Anni '80 di "Da sola/In the night", il baile do favela di "Amore e capoeira" e l'afrobeat di "Jambo", Takagi & Ketra scommettono su un pezzo piacione e tamarro al punto giusto, riproponendo le sonorità già esplorate come produttori con "Una volta ancora" di Fred De Palma (la versione spagnola, "Se illuminaba", in Spagna sta riscuotendo un successo notevole), guardando al mondo latino. "È arrivato quel momento dell'anno in cui c'è voglia di un po' di leggerezza e di ballare per celebrare la vita. Quest'anno ancora più degli altri. 'Ciclone' è una canzone nata per cercare di portare una bella dose di energia positiva", dicono loro, che hanno scritto il brano insieme a Davide Petrella, Federica Abbate e al meno noto - almeno in Italia - Miky La Sensa (collabora con star del pop latino come Maluma - c'era il suo zampino anche in "Bitch I'm loca", il brano che Madonna ha inciso insieme al cantante per il suo album "Madame X").