MUSICA



​​​​​​​



​​​​​​
Parliamo dei nostri gusti musicali
​​​​​​​

​​​



MUSICA
Start a New Topic 
Author
Comment
Mina, le 12 canzoni più belle di una diva irraggiungibile


Le canzoni più belle di Mina, una delle più grandi leggende della musica italiana. Eccone 12 scelte per voi.
La voce potente e inconfondibile di Mina ha risuonato e continua a risuonare nelle radio di tutta Italia, da anni e anni, catturando ogni generazione. Con la sua personalità esplosiva, il suo fascino e la sua voce, Mina è stata una vera protagonista della musica italiana, amatissima da tutte e da tutti.

Innumerevoli le hit che hanno costellato la sua lunga carriera, ma quali sono le sue 12 canzoni più belle e famose? Molte canzoni d’amore, ma non solo. Ecco una lista, in ordine casuale, dei brani migliori della regina della musica italiana.

Amor Mio
Nel 1971 Mina stregava la penisola con una struggente canzone d’amore, con parole di Mogol e musica firmata, tra gli altri, anche da Lucio Battisti. Il brano si piazzò molto velocemente in classifica per rimanerci diverso tempo. Il ritornello è ormai un classico.


Ancora Ancora Ancora
Nel 1978 Mina faceva sognare con una sensualissima ballata, Ancora Ancora Ancora. Il video è tuttora leggenda, dove la cantante, con uno sguardo languido e insaziabile, valorizzato da un trucco molto scenico, si rivolge all’amante ricordando le appassionate notti d’amore.


Parole Parole Parole
Ancora un pizzico di erotismo ma dai toni più leggeri è quello raccontato nella hit del 1972 “Parole Parole Parole” della cantante lombarda. Le sonorità rievocano una calda serata estiva, mentre il delicato canto di Mina cesella il tutto con grande espressività.


Grande Grande Grande
Altra hit del 1972 è l’adoratissima canzone firmata da Tony Renis. In veste di donna annoiata e un po’ stizzosa, Mina interpreta magistralmente il sentimento di noia dato da un amante ancora troppo infantile, che però nei momenti più insospettabili diventa grande, grande, grande…


Se telefonando
Forse tra i suoi brani più famosi in assoluto, Se telefonando rimane un pezzo insuperabile per testo, melodia, difficoltà vocale. Mina si cimenta in una difficile progressione vocale che in molti hanno cercato di imitare nel tempo, ma senza mai riuscire a raggiungere l’irraggiungibile..


Città Vuota
Raccontare la solitudine di una donna innamorata quando l’amato è lontano? Mina ci riesce benissimo in questa deliziosa canzone che racconta lo spaesamento di una donna persa nella folla e nel fragore cittadino, che perdono colore senza l’amato.


Insieme
Ancora una volta firmata da Battisti, “Insieme” raggiunge le classifiche nel 1970. Mina dà prova di grande duttilità vocale giocando su toni più sfumati a toni più incisivi, come quelli del ritornello.


E Poi
Capolavoro assoluto è ancora “E poi”, dal sapore vagamente blues e dalle atmosfere sensualissime. Mina modula la voce con maestria, cantando l’insofferenza di una donna che non vuole ritornare da un vecchio amante tradito.


Acqua e Sale
In duetto con Celentano, Acqua e sale è un’altra hit assoluta che veleggia sulle classifiche del 1998. Ancora una volta il soggetto è l’amore. Con un tono tra il lamentoso e il voluttuoso, i due cantano il desiderio con grande sensibilità.



L’importante è Finire
Ancora toni allusivi per questo singolo del 1974. Con testo di Malgioglio, il brano venne addirittura censurato dalla Rai, per il sottotesto piuttosto esplicito, con evidenti riferimenti al sesso (vedi Canzoni che parlano di sesso anche se non sembra). Il brano tuttavia rimane in classifica per diverse settimane.


Anche Un Uomo
Prima del ritiro, nel 1978 Mina cantava “Anche un Uomo”. Si rivolge ad una donna più giovane (o forse a se stessa) raccontando gli uomini e l’amore. “Anche un uomo potrebbe avere un’anima, ma non credere che la userà per capire te…”


Volami nel Cuore
Nel 1996, la signora della canzone italiana torna con un brano molto amato, Volami nel Cuore. Una donna abbandonata racconta con grande potenza l’amore inesauribile per un uomo che ormai l’ha lasciata.


Mina, storia di una regina senza eredi
Mina Mazzini rimane una delle più grandi interpreti della musica italiana. Partendo da una piccola realtà lombarda è riuscita a scalare le vette della musica conquistandosi la sua stella.

Talento unico unito ad una grande consapevolezza vocale e intelligenza musicale ne hanno fatto una leggenda inimitabile. Forse ancora oggi non esistono eredi, ma certamente Mina ha fatto scuola, ispirando generazioni e generazioni di cantanti dopo di lei.



La sua lunghissima carriera l’ha vista interprete di più di 1.500 brani, diventando anche voce prediletta per innumerevoli autori che hanno scritto per lei tra i brani più indimenticabili della storia della musica del nostro Paese.