MUSICA





​​​​​​
Parliamo dei nostri gusti musicali
​​​​​​​

​​​



MUSICA
Start a New Topic 
Author
Comment
Ringo Starr: ‘‘Abbey Road’ non doveva essere l’ultimo album dei Beatles’


L’ex Beatle - a margine di una recente intervista per l’emittente radiofonica britannica BBC 6 Music - ha raccontato che l’album “Abbey Road” non sarebbe dovuto essere l’ultima prova sulla lunga distanza dei Fab Four. Dopo il celebre disco - che la scorsa settimana è tornato in cima alle classifiche UK grazie alla riedizione per il 50° anniversario dalla sua uscita (qui la recensione) - i Beatles hanno pubblicato l’album “Let it be” a cui, però, avevano lavorato in precedenza. “Abbey Road” sarebbe quindi l’ultima testimonianza del lavoro in studio di registrazione di John Lennon, Paul McCartney, George Harrison e Ringo Starr.

A BBC 6 Music Ringo Starr ha raccontato:

“Dopo ‘Abbey Road’ abbiamo pensato: ‘Ok, è abbastanza buono’; ma nessuno di noi ha detto: 'Questa è l’ultima volta che suoniamo insieme’. Nessuno l’ha detto e io non l’ho mai percepito.”

Durante l’intervista l’ex Beatle ha aggiunto:

“Avremmo registrato questo album e poi ci saremmo separati e avremmo fatto ciò che volevamo. Poi Paul McCartney ci avrebbe chiamati e ci avrebbe detto: ‘Volete andare in studio, ragazzi?’. E noi avremmo fatto un altro disco.

Citando i versi della canzone dei Beatles "The end", Starr ha poi detto: "Quindi non era la fine - perchè 'alla fine 'l’amore che ricevi è pari all’amore che dai'. Per questo non l’ho mai percepito come un punto fermo.”

La testimonianza di Ringo Starr alla radio inglese sembra confermare quanto già emerso dai nastri ritrovati da Mark Lewisohn, rivelando che il leggendario quartetto britannico stava pensando di realizzare l’ideale seguito di "Abbey Road".

Recentemente Starr e Paul McCartney hanno collaborato insieme alla cover di una canzone di John Lennon, "Grow old with me”, che sarà contenuta nel nuovo album del batterista “What's my name”.