MUSICA



​​​​​​​​​​​​​​
​​​​​​​
​​​​​​​


Parliamo dei nostri gusti musicali




MUSICA
Start a New Topic 
Author
Comment
Dopo Spotify anche Deezer pronta alla quotazione in borsa


I prossimi mesi potrebbero passare agli annali come quelli del massiccio sbarco delle piattaforme streaming sui mercati finanziari: dopo Spotify, ormai da oltre un anno impegnata nelle operazioni per la quotazione sulla borsa di New York, e la cinese Tencent, anche Deezer, uno dei primi competitor della piattaforma guidata da Daniel Ek, starebbe pensando a debuttare sui mercati. Come riferito dall'agenzia Reuters, la società francese fondata nel 2007 da Daniel Marhely e Jonathan Benassaya - in caso di arrivo di Spotify alla quotazione - potrebbe ricorrere a un'offerta pubblica iniziale (contrariamente alla concorrente, che invece sta lavorando a una quotazione diretta) per debuttare in borsa.

L'operazione sarebbe solo una parte della strategia elaborata dall'ad Hans-Holger Albrecht per fare fronte alla potenza di fuoco del colosso svedese: "Mentre Spotify è più centrato sulle playlist, noi preferiamo scommettere sulle differenze dei mercati locali", ha spiegato il manager, "Lo streaming è un mercato molto giovane, con una penetrazione a livello globale del solo 10%. C'è ancora un sacco di potenziale da sfruttare".